Gli stappati® / lombardia

Azienda Vitivinicola Fortesi

19/09/2011

Elena Franco è una vignaiola artigiana che con grande forza, impegno e testardaggine rimane a difesa del suo territorio che la lega alla tradizione. Questi artigiani della vigna sono importanti perché difendono una parte della nostra cultura. Essi difendono il gusto dalla minaccia di omologazione che imperversa nella nostra epoca. Nel momento in cui perderemo questo “gusto”, perderemo il legame col nostro passato e saremo in balia di un mercato che propina senza pietà falsa qualità. Saremo vulnerabili e perdendo il nostro “gusto” non avremmo più possibilità di scelta.

Di seguito le degustazioni dei vini.

Oltrepo Pavese Bonarda Ombrerosse 2006
Quando si assaggia la Bonarda di Elena Fortesi si fa un piccolo salto nel passato. I suoi profumi riportano un tratto antico dal sapore “contadinesco”. Lentamente si apre e il carattere timido fa spazio a tendenze speziate e sfumature alcoliche di frutta sotto spirito.
La bocca è decisa, ancora contratta da un tannino che non lascia spazio.
Un vino che si distacca dalle solite produzione, per palati “forti” o per coloro che hanno pazienza di aspettare l’evoluzione di questo vino. Buono.

VDT Aspera 2009
Ottenuto da un uvaggio di Morandella, Uva della cascina, Uva Rara e Croatina gentile di Rovescala. I ricordi violacei preannunciano profumi di frutta fresca e fiori, un tocco speziato e l’accento appena vinoso completano il quadro olfattivo dell’Aspera che piace per l’immediata capacità di comunicare.
Bocca avvolgente, carnosa, frenata da un tannino un po’ prepotente. Più intenso che lungo.
Manca un po’ di precisione che compensa, però, con una “rude” piacevolezza di beva. Un vino da tenere d’occhio. Buon vino.

0
0 likes