Gli stappati® / veneto

Orione

27/09/2015

Valpolicella Classico “Le Pievi” 2013
L.1401
13%
Il naso rubino chiaro, intensità e persistenza. Pulizia. Ciliegia e frutta rossa con toni erbacei piacevoli. Leggero pepe bianco in sottofondo. Erbe aromatiche e zenzero. Il palato è equilibrato e morbido in fase di entrata. Non è un vino che gioca di potenza, la leggerezza è la sua forza. Tannino fine e delicata acidità. È un vino che entra quasi in punta di piedi ma è appagante nella sua leggerezza. Ottimo retrogusto.
85

Valpolicella Ripasso Classico 2011
L.1502
14,5%
Il naso più fitto e dipinto nei dettagli. Si percepisce meno la parte erbacea, a vantaggio di quella fruttata che al naso dà impressione anche di maggiore polpa. Erbe aromatiche con ricordi di rosmarino, salvia, origano. Leggera buccia di arancio appena affumicata.
Corpo, morbidezza di fondo e tannino sul finale che contrae appena la bocca. Succoso. Ottimo il retrogusto.
86

Amarone della Valpolicella 2011
L.1412
16%
Intensità e persistenza e bel dettaglio.
Ben gestita la parte alcolica. Odori di frutta passa ben si mescolano a odori frutta più fresca matura e in confettura. Amarena, ciliegia in confettura, more, prugne, ribes. C’è un floreale appassito e un leggero affumicato con sfumature di buccia di arancio.
Al palato il frutto mantiene una certa succosità. È goloso. È un palato agile e dinamico nonostante il grado alcolico. Tannino fine anche se un po’ legnoso appena ostico.
87

Amarone della Valpolicella Riserva “Vecchio Graspo” 2008
L.1501
16%
Intensità e persistenza.
Il frutto è maturo e si percepiscono tracce di confettura. Una profondità speziata dove note dolci di vaniglia e frutta matura si mescolano a sensazione più amarognole di china, inchiostro, zenzero ed erbe aromatiche. Fiori macerati e ricordi rose e iris.
La prima cosa che colpisce al palato è l’agilità. Si compone di una morbidezza non statica ma agile, in movimento. Un movimento delicato e misurato, composto. Tannino appena verde, rugoso. Contratto in fase di chiusura.
89

0
0 likes