Pages Navigation Menu

Wine Consultant

Chi conosce i vini di Romagna? 1/2

Chi conosce i vini di Romagna? 1/2

Ciò che più mi dispiace sentire è quando parlo con distributori, operatori di settore della Romagna, che pensano che i vini della Romagna siano quelli che trovano a due euro sugli scaffali dei supermercati. Mi chiedono dubbiosi “ma in Romagna il vino è buono??? Io lo vedo ad un’euro e mezzo nei supermercati.”
Diventa difficile spiegare che in Romagna ci sono dei produttori bravissimi, che lavorano bene: ma questi produttori dove sono?
Produttori, enologi famosi, si perdono nel gossip locale e nei selfie di facebook mentre c’è l’urgenza di uscire, confrontarsi e rappresentare un Territorio di cui nessuno sa nulla.

Nei Master Internazionali non sanno nemmeno che esiste la Romagna; dico che sono di Ravenna, Cesena Forlì, e mi chiedono del Lambrusco, e mica lontano, bastano 150 km di distanza. Anche solo a Bologna tanti non sanno nulla del Sangiovese.

È un peccato, ci sono delle espressioni di Sangiovese da raccontare, dei vini fantastici.
Uno dei problemi sono i grandi imbottigliatori che hanno rovinato il nome dei vini romagnoli mettendo in giro della roba imbevibile, e in più i danni da soggetti che per interesse vanno a far pubblicità a vini da un euro dicendo che sono buoni.

Quando vado ad assaggiare in Friuli mi trovo spesso in tavolate comuni dove i tanti produttori si incontrano ad assaggiare, fanno le loro confronti e… si aiutano!!!
Invece i Romagnoli non fanno gruppo, ognuno parla male del vicino.
Tagliano i vini senza rispetto del disciplinare confondendo il pubblico.