Blog / Mondo vino

In Lombardia non solo Franciacorta

10/05/2016

La Lombardia è una delle regioni italiane con più ampia estensione territoriale conosciuta forse da chi di vino non si occupa per la trainante forza industriale.
Per quanto riguarda il vino, invece, questa regione è famosa non solo per la Franciacorta.
Infatti, non tutto si riassume in bollicine, perché la Valtellina situata tra le Alpi Retiche e Orobiche in provincia di Sondrio è famosa per la particolare espressione di vini da uve nebbiolo in loco chiamato “chiavennasca”, vini di assoluta finezza.

Vicino a Bergamo, invece, la Valcalepio è conosciuta per la struttura dei suoi vini rossi grazie ai terreni argilloso/calcarei. Se ci spostiamo verso Mantova, troviamo il Lambrusco Mantovano mentre è in direzione di Garda, San Martino della Battaglia e Lugana che troviamo vini bianchi e fragranti rosati. Le uve più utilizzate sono pinot nero, pinot bianco, chardonnay, friulano, trebbiano e nebbiolo.

Inoltre, c’è un piccolo tesoro in Lombardia che molti dimenticano: l’Oltrepò Pavese. Territorio vastissimo, situato nell’area appenninica e pre-appenninica a sud della provincia di Pavia e confinante con Piemonte ed Emilia. La superficie totale posta a vigneto è di 13.270 ettari circa, su un complessivo regionale di 22.335 ettari e rappresenta il 60% della superficie vitata globale della Lombardia.
L’Oltrepò Pavese è riconosciuto a livello europeo e mondiale come una delle estensioni più importanti per la produzione di spumanti di qualità oltre che essere la più grande “fonte” italiana di Pinot nero. È il primo in Italia e secondo in Europa per estensione e qualità di produzione di uve pinot nero.

0
0 likes